3 minuti di lettura (683 parole)

Relazione dell'azienda canadese Telus afferma che il partner Huawei è "affidabile"

Huawei-logo
La tensione USA-Cina su Huawei sta lasciando le società di telecomunicazione in tutto il mondo a un bivio, ma una si è espressa la scorsa settimana. Telus, una delle più grandi compagnie telefoniche del Canada, ha mostrato supporto per il suo partner cinese, nonostante una reazione globale contro Huawei per le minacce alla cibersicurezza.

"Chiaramente, Huawei rimane un partner affidabile e affidabile nello spazio delle telecomunicazioni canadese, sostenuto da innovazioni leader a livello globale, misure di sicurezza complete e nuovi aggiornamenti software", ha affermato un promemoria interno firmato da un dirigente di Telus che The Globe and Mail ha ottenuto.

L'azienda con sede a Vancouver è tra una manciata di società canadesi che potrebbero potenzialmente sfruttare la società con sede a Shenzhen per costruire sistemi 5G, la tecnologia che accelera non solo la connessione mobile ma alimenta in modo cruciale campi emergenti come la guida autonoma a bassa latenza e 8K video streaming.

Gli Stati Uniti hanno a lungo temuto che i produttori cinesi di apparecchiature per le telecomunicazioni potessero rappresentare un rischio di spionaggio. Stando a quanto riferito da Reuters, il presidente Donald Trump sta pensando un boicottaggio nei confronti di Huawei e ZTE per quest'anno. Il Wall Street Journal ha riferito la scorsa settimana che i procuratori federali degli Stati Uniti possono portare accuse penali contro Huawei per aver sottratto segreti commerciali.

Australia e Nuova Zelanda hanno entrambi bloccato i provider locali dall'utilizzo dei componenti Huawei. Il Regno Unito non ha ufficialmente vietato Huawei, ma le sue autorità sono state sottoposte a pressioni affinché si schierassero presto.

Il Canada, che fa parte della rete di condivisione dell'intelligence Five Eyes insieme a Australia, Nuova Zelanda, Regno Unito e Stati Uniti, sta ancora conducendo una revisione della sicurezza prima del suo lancio nel 5G, ma è stato sollecitato dagli Stati Uniti a tenersi alla larga da Huawei per costruire la tecnologia di prossima generazione. 

loading...

La Cina ha risposto alle richieste di spionaggio contro il suo gioiello della corona tecnologica negli ultimi mesi. La settimana scorsa, il suo ambasciatore in Canada, Lu Shaye, ha avvertito che il blocco del più grande produttore mondiale di apparecchiature per telecomunicazioni potrebbe produrre ripercussioni.

"Ho sempre paura che il Canada possa prendere la stessa decisione di Stati Uniti, Australia e Nuova Zelanda. E credo che tali decisioni non siano giuste perché le loro accuse sono infondate ", ha detto Lu in una conferenza stampa. "Per quanto riguarda le conseguenze del divieto di Huawei dalla rete 5G, non sono ancora sicuro quali saranno le conseguenze, ma sono certo che ci saranno conseguenze".

La settimana scorsa ha visto anche l'amministratore delegato di Huawei Ren Zhengfei comparire in una rara intervista con i media internazionali. Alla tavola rotonda, ha negato le accuse di sicurezza nei confronti della ditta da lui fondata nel 1987 e ha ammonito l'esclusione delle imprese cinesi potrebbe ritardare i piani negli Stati Uniti per fornire reti ultraveloci alle popolazioni rurali - anche ai ricchi.

"Se Huawei non è coinvolta in questo, questi distretti potrebbero dover pagare prezzi molto alti per godere di quel livello di esperienza", ha affermato Ren. "Questi paesi potrebbero rivolgersi volontariamente a Huawei e chiedere a Huawei di vendere loro prodotti 5G piuttosto che vietare a Huawei di vendere sistemi 5G".

La controversia di Huawei arriva, mentre gli Stati Uniti e la Cina sono bloccati in una guerra commerciale che sta inviando riverberazioni in tutti i paesi che si affidano agli Stati Uniti per la protezione della sicurezza e alla Cina per gli investimenti e sempre più qualificati - non solo economici - manodopera.

Il Canada è rimasto intrappolato tra i giganti in lotta dopo aver arrestato il capo dell'ufficio finanziario di Huawei, Meng Wanzhou, che è anche figlia di Ren, su richiesta delle autorità statunitensi. La Casa Bianca è ora di fronte a una scadenza alla fine di gennaio per estradare Meng. Nel frattempo, il primo ministro canadese Justin Trudeau e Trump stanno sollecitando Pechino a rilasciare due cittadini canadesi che Pechino ha arrestato dopo l'arresto di Meng.

Flexciton utilizza l'intelligenza artificiale per ...
Game of Thrones 8: Emilia Clarke sul finale 'Mi so...

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

 
loading...

Sections

Prodotti

Partner

Consigliati

Azienda

Seguici Sui Social

X

Impero Web Copyright Abilitato

Non è ammessa nessuna copia i contenuti sono protetti da diritti d'autore.