4 minuti di lettura (857 parole)

Vikings 5x17: recensione di 'The Most Terrible Thing'

Vikings 5x17: recensione di 'The Most Terrible Thing'

  Vikings rallenta di nuovo con questo episodio, si definiscono in maniera decisa le sottotrame in preparazione degli episodi finali della stagione, che speriamo siano interessanti dell'ultimo arco di episodi che complessivamente hanno un pò deluso. 

  Alla fine della scorsa puntata Ivar aveva annunciato di voler tornare in Inghilterra per confrontarsi con Re Alfred; che ricorda aver conosciuto anni prima quando Ragnar volle tornare alla corte di Re Ecbert. In quell'occasione i due ragazzini avevano giocato a scacchi (ancora mi domando come potevano conoscere entrambi bene quel gioco...) ed Ivar desidera "rinverdire" quella sfida; ma questa volta sul campo di battaglia. Finalmente vedremo scontrarsi, chissà quando, i due sovrani che abbiamo visto "confrontati" a distanza durante questa stagione.

L'episodio si apre con le conseguenze del disgraziato gesto compiuto da Judith alla fine dell'episodio precedente: si sta celebrando il solenne funerale di Aethelred; ma nel mezzo della funzione arriva Alfred che si è appena risvegliato. Il giovane Re entra nella cripta di famiglia mentre il sarcofago del fratello viene messo nel luogo del suo eterno riposo. E' per lui il più terribile dei risvegli apprendere in tal modo che il suo adorato fratello ha perso la vita.

Povero Alfred di colpo si trova ad avere a che fare con una madre folle, che avrà compiuto il gesto tremendo di uccidere suo fratello per proteggerlo; ma non è in alcun modo giustificabile poteva usare un altro modo per proteggerlo senza per forza uccidere Aethelred. Da questa tragedia familiare emerge prepotente proprio la figura di Judith, che esce del tutto allo scoperto confessando ad Alfred quanto ha compiuto dandogli una lezione di sadismo estramo su quello che un Re può o non può far trapelare dalle sue emozioni.

Non c'è un attimo di tregua per il giovane Re del Wessex, un nuovo grande esercito Danese sta marciando verso il suo regno...quasi ingenuamente dice parlando con Ubbe, che praticamente ormai è il suo consulente di guerra di volersi mettere alla testa dell'esercito per far coraggio ai suoi uomini. Una bella dichiarazione di coraggio, ma sono numericamente inferiori gli inglesi e sopratutto questi guerrieri sono ancora più feroci di quelli di Re Harald....se non nominerà Ubbe capo del suo esercito per combatterli non avranno alcuna speranza....

Se nel Wessex soffiano venti di guerra a Kattegat non va meglio; Ivar è sempre più paranoico e pazzo e non avendo altro da fare rivolge nuovamente la sua attenzione sul fratello Hvitserk. In piena notte come una serpe striscia fino al letto che il fratello divide con la sua nuova compagna e lo minaccia di fare quello che vuole o magari, chissà come, alla fortunata che divide il letto con lui potrebbe capitare qualcosa di brutto. Al povero Hvitserk, che ancora non ho chiaro il motivo per cui non se ne vada via da la, non rimane che andare in missione diplomatica dove Ivar desidera; ma ho tanta paura che non ritrovi più la sua amata quando tornerà...

 Ivar si prepara alla guerra contro Re Alfred nel Wessex; ma ignora totalmente che sta tornando a Kattegat su fratello Bjorn che ora è tra le fila degli uomini di Re Harald. Un'alleanza la loro sempre più fragile dato che sono entrambi innamorati della stessa donna, la shieldmaiden Gunnhild.

Capisco che Bjorn voglia riprendere ciò che pensa sia suo per diritto di nascita, oltretutto la voglia riprendere da chi ha spodestato la madre a quel modo...ma sta facendo un gioco molto molto pericoloso. Re Harald, futuro Re di tutta la Norvegia, potrebbe rivelarsi per lui un nemico ben più insidioso e pericoloso del fratello storpio.

 Anche nella lontana Islanda qualcosa è cambiato, in peggio. All'interno di una linea narrativa che non si capisce dove voglia andare a parare, le due famiglie in lotta dimostrano che è impossibil perdonare qualcuno che ti ha portato via gli affetti più cari. Anche quando quest'ultimo e tutti i suoi cari ormai sono sull'orlo della morte.

E' così che Floki finisce per ritrovarsi di nuovo in ginocchio a piangere davanti ad altro sangue che scorre. Donne, giovani e anziani finiscono fatti a pezzi senza pietà da Kjetill. Personaggio che alla fine rivela una grande passionalità: dopo la perdita di una figlia incinta sfido chiunque ad indossare il cilicio della pace e non abbracciare invece il suo comportamento.

Sangue chiama sangue e così questa comunità perde anche la giovane Aud, che non sopportando cosa il padre e il fratello sono diventati e cosa hanno fatto si getta nella cascata.

Come progredirà il filone narrativo nella lontana Islanda? Torneranno tutti sconfitti a Kattegat o marciranno lentamente in una terra lontana in cui hanno cercato inutilmente una vita pacifica?


 Per restare aggiornati sulla serie Vikings e non perdere nessuna curiosità sugli attori del cast seguite la pagina Facebook:

Vikings - Italian fans

Promo Vikings 5x18 'Baldur' 

 La breve sinossi rilasciata dall'emittente americana rivela qualche anticipazione sulla trama. Hvitserk viene messo sotto pressione, mentre Floki fa una scoperta incredibile. Freydis dà a Ivar una sorpresa. Ubbe negozia con i tre Re danesi che hanno ammassato i loro eserciti a Reading, ma le negoziazioni potrebbero avere un esito pericoloso.

Supernatural: un'attesa riunione di famiglia sulla...
Fairy Tail Stagione Conclusiva Recensione Episodio...

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli